Tuesday, 27 October 2015

Sere autunnali

Sono le cinque e mezza e fuori è già buio.
Si è alzato un vento freddo, di quello che si insinua nelle fessure dei vestiti e ti fa rabbrividire.
La cesta della legna è bella piena, pronta a garantirci una serata al calduccio.
Il fuoco nel camino scoppietta allegro e il suo calore già si diffonde nelle varie stanze di casa.
La teiera è sul fuoco, sento il sibilo..l'acqua è pronta: posso finalmente gustrami una bella tazza di infuso invernale a base di mela, arancia, chiodi di garofano e cannella. Sapori tipicamente invernali.
 Il mio Argo dorme pacificamente nella sua cuccia accanto al camino, stanco dopo una lunga passeggiata per i campi rincorrendo gli uccelli.
Sul fuoco bolle piano piano una pentola di coccio: stasera gulasch di cervo e canederli allo speck. Un piatto di quelli che ti scalda il cuore e ti conforta nelle serate fredde come questa, un piatto che stimola i sensi e fa riaffiorare i ricordi. Chiudo gli occhi, e penso al profumo della legna che brucia, all'odore balsamico dei pini nel bosco, al soffice rumore che producono i miei passi sulla neve fresca.
Ecco che si sta compiendo una magia, come ogni volta che cucino, giro il mestolo ed ecco che i vapori della carne inebriano i miei sensi. Infondo i miei ricordi più belli nel cibo, cosicchè possa sempre essere preparato con amore e per amore.






1 comments:

  1. Bellissimo! Cucinare per me è magia...è il modo per estraniarsi fra i profumi, creare e rievocare ricordi, trasformare ingredienti semplici in qualcosa di diverso. Bello :)

    ReplyDelete